Avviare un’impresa a Milano tra fondi Comunali e acceleratori d’impresa.

Milano città della moda, del design, della comunicazione e… delle start-up. Vi sarà capitato spesso di parlare con gente che non vive all’ombra della Madonnina ma che quando si trova a dare una visione (seppur restrittiva) della città, dice le cose di cui sopra.

startup

Eppure, l’essere percepiti in questo modo non è uno svantaggio e un fondo di verità c’è: Milano, a chi vuole avviare un’attività, ha tanto da offrire in termini di contatti, sovvenzioni, acceleratori e incubatori di impresa oltre a tutto quello che ruota fuori e dentro la città ossia quel mix fatto di innovazione, voglia di fare, novità che arrivano spesso prima qui che nel resto d’Italia.

E se la cosa non vi convince a dirlo è lo stesso Comune di Milano che nel 2014, grazie al bando “Tra il Dire e il Fare” e a finanziamenti per 3 milioni di euro, ha favorito la crescita di 50 nuove imprese in periferia.

Infografica del Comune di Milano

Infografica del Comune di Milano

Di queste 50, ben 8 si trovano nel quartiere Lambrate Ortica (un quinto del totale) mentre 6 ne sono nate a Lorenteggio/Giambellino e Villapizzone/Cagnola. Ci sono poi i quartieri di Calvairate con 5, San Siro con 4 e Bovisa con 3. Gli altri quartieri si attestano su uno o due imprese create come potete vedere dall’infografica qui accanto.

E spesso dietro una start-up che nasce c’è dietro un acceleratore o incubatore d’impresa. Cosa sono? Strutture attrezzate per assistere e supportare le imprese che stanno nascendo (che insomma non si possono ancora definire tali) o quello nate da poco e i cui componenti sono alla ricerca di una sede conveniente sia per quanto riguarda l’affitto che soprattutto di un posto dove avere servizi di tutoraggio e consulenze. Tanti  quelli nel capoluogo lombardo.

Come ad esempio Polihub del Politecnico di Milano che fino a qualche anno fa si trovava in via Garofalo, zona Piola e poi è stato trasferito nel Campus Bovisa.

La sede di Working Capital a Milano (foto tratta dal sito)

La sede di Working Capital a Milano
(foto tratta dal sito)

Spostandoci verso il quartiere Lambrate. e con maggior precisione in via Rombon 52, troviamo Working Capital, l’acceleratore d’impresa di Telecom Italia che investe nelle start-up del settore digital e, che oltre a Milano, ha programmi di incubazione anche a Catania, Bologna e Roma. Programmi che hanno portato dal 20009 a supportare 180 startup nel corso delle varie edizioni. Working Capital organizza spesso nella sede milanese corsi gratuiti di aggiornamento che riguardano il mondo digital. Per saperne di più vi consigliamo di tenere d’occhio il sito.
Sempre restando in zona est, da segnalare in via Ampere è Avanzi che insieme a Make a Change ha creato l’incubatore Make a cube, specializzato, come si legge sul sito “in imprese ad alto valore sociale e ambientale”. Obiettivo? Affiancare, sostenere e (ri)lanciare imprese che basano il loro business sulla sostenibilità.

Annunci